News

Il presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei deputati, On. Filippo Gallinella, apre il convegno “VIVA e SQNPI: lo standard unico pubblico per la sostenibilità nella vitivinicoltura italiana”

Pubblicata da Opera il 13/12/2018

In occasione dell’ottava edizione del corso di formazione VIVA, introdotta dal convegno “Produzione integrata e sostenibilità SQNPI e VIVA: lo standard unico pubblico per la sostenibilità nella vitivinicoltura italiana”, che si è tenuto il 12 dicembre a Roma nella cornice dell'Area Archeologica sotterranea del Vicus Caprarius - la Città dell'Acqua, è intervenuto anche l'Onorevole Filippo Gallinella, presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei deputati, portando un saluto istituzionale e il suo sostegno all’iniziativa del Ministero dell’Ambiente. 

“Ci tenevo a esserci oggi per ribadire l’importanza della sostenibilità e della possibilità di misurarla – ha dichiarato Gallinella - Diamo massimo sostegno al lavoro intrapreso dai due Ministeri, dall'Università Cattolica del Sacro Cuore e dai produttori agricoli per la definizione di uno standard unico pubblico per la sostenibilità nella vitivinicoltura. Fa parte dei nostri impegni, nell’ottica del raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite".

La tre giorni di corso di formazione, rivolto soprattutto ad operatori di azienda consulenti e agronomi, è stata aperta da un aggiornamento sul lavoro di integrazione dei due standard VIVA “La Sostenibilità nella Vitivinicoltura in Italia” e del Sistema di Qualità Nazionale sulla produzione Integrata. In virtù di un decreto interministeriale firmato nel settembre del 2017 dal Ministro dell'Ambiente e dal Ministro delle Politiche Agricole, infatti, è in corso un programma di lavoro per la definizione di uno standard di gestione sostenibile del settore vitivinicolo misurabile e accreditato che sia un riferimento unico per le produzioni italiane, nonché un biglietto da visita per i prodotti made in Italy sui mercati internazionali.

VIVA “La Sostenibilità nella Vitivinicoltura in Italia” nasce nel 2011 come progetto nazionale pilota con lo scopo di misurare e migliorare le prestazioni di sostenibilità della filiera vite-vino. Grazie all’individuazione di quattro indicatori (Aria, Acqua, Territorio e Vigneto), accompagnati dai relativi disciplinari, le aziende che aderiscono al programma possono misurare l’impatto della loro produzione in termini di sostenibilità ed intraprendere in tal modo un percorso di miglioramento. Il progetto del Ministero dell’Ambiente si avvale del supporto scientifico del Centro Opera dell’Università Cattolica di Piacenza.

Il Sistema di Qualità Nazionale sulla produzione Integrata (SQNPI) è un sistema agricolo di produzione a basso impatto ambientale, in quanto prevede l’uso coordinato e razionale di tutti i fattori della produzione allo scopo di ridurre al minimo il ricorso a mezzi tecnici che hanno un impatto sull'ambiente o sulla salute dei consumatori.

 

L'intervento dell'On. Filippo Gallinella durante il convegno “Produzione integrata e sostenibilità SQNPI e VIVA: lo standard unico pubblico per la sostenibilità nella vitivinicoltura italiana”. Da sinistra Alex Petrella, Giuseppe Ciotti, Ettore Capri, Fiamma Valentino, On. Filippo Gallinella. 

 


dott.ssa Fiamma Valentino
valentino.fiamma@minambiente.it
Ministero dell'Ambiente

 

 

Realizzazione Software: Informatica Ambientale srl - Gestione Grafica: Ovis Nigra