News

VIVA INCONTRA SYSTEMBOLAGET: DISTRUBUTORE DI BEVANDE ALCOLICHE IN SVEZIA

Pubblicata da Opera il 03/10/2017

Il sistema di distribuzione e rivendita degli alcolici varia tra Stato e Stato, a seconda delle normative vigenti. In alcuni casi la distribuzione è gestita direttamente da monopoli statali, in altri gli stessi monopoli appaltano la gestione ad enti terzi. È quest’ultimo il caso della Svezia, dove l’azienda Systembolaget* controlla la rivendita al dettaglio delle bevande alcoliche, anche attraverso la gestione diretta dei 444 negozi. Seppure la politica del monopolio sia quella di non incentivare con promozioni gli acquisti, al fine di evitare un consumo non responsabile, esso offre assistenza ai clienti nella scelta dei prodotti alcolici, ivi compresi quelli vitivinicoli. Il crescente interesse dei consumatori svedesi verso i vini biologici (con una variazione 2016/2010 al +393% in valore e +310% in volume) e sostenibili, è spiegabile proprio dalle caratteristiche del profilo del consumatore tipo, molto sensibile alla protezione dell’ambiente e alla sostenibilità dei processi produttivi (fonte dati: Nomisma-WineMonitor). È proprio partendo dal tema del vino biologico e dalla forte e crescente attenzione che i consumatori svedesi rivolgono al tema della sostenibilità che Systembolaget, con il suo piano Launch Plan 2017, ha comunicato il suo percorso di selezione di vini di qualità ma che abbiano sempre più un maggiore impegno alla sostenibilità. È presumibile che la selezione dei vini, attraverso bandi internazionali, premierà sempre di più quelli dichiaratamente sostenibili, stimolando quindi un passaggio ulteriore dal convenzionale al green. È per questi motivi che l’attenzione dei distributori svedesi si è concentrata anche sui vini VIVA, alla fine di agosto 2017, infatti, sono state organizzate due giornate di visita da parte di Systembolaget ad alcuni produttori italiani che hanno già intrapreso un percorso di sostenibilità. In particolare il monopolio ha scelto di incontrare solo produttori e aziende già certificate VIVA-La Sostenibilità nella Vitivinicoltura in Italia.

 

Systembolaget ha visitato la Cantina di Vicobarone (PC), la Cantina Settecani (MO), l’Azienda Chiarli 1860 (MO) e l’azienda Cantina Principi di Porcìa (PN), guidati dai rispettivi amministratori aziendali e accompagnati da Stefano Maneri, organizzatore  degli incontri, il prof. Ettore Capri, coordinatore scientifico del programma VIVA e la dr.ssa Gloria Luzzani.

 

Durante gli incontri i delegati Systembolaget hanno chiesto come funziona il programma VIVA nel dettaglio, hanno fatto inoltre domande per comprendere le motivazioni dei produttori che hanno scelto di intraprendere questo cammino di sostenibilità e ovviamente vedere l’azienda, i vigneti e assaggiare gli ottimi vini delle colline piacentine, il lambrusco modenese ed il pinot grigio del Collio.

                    

 

È stato apprezzato l’approccio virtuoso che questi produttori stanno adottando confermando che la sostenibilità sarà presto nel mercato del vino  svedese un elemento distintivo sia nelle fasi di gara sia nei negozi ove le richieste da parte dei consumatori è sempre più sentita per questi tipi di vini.

 

*Systembolaget

L’azienda Systembolaget vanta una rete di vendita di 444 negozi sparsi in tutto il territorio svedese, a cui si aggiungono circa 500 agenti che servono le comunità più piccole.

Alcuni dati:

•         5,360 dipendenti

•         444 negozi con circa 500 agenti

•         650 fornitori

•         circa 16,000 prodotti alcolici disponibili

•         121 milioni di persone che ogni anno visitano i negozi

 

 

dr. Stefano Maneri
maneri.stefano@gmail.com

Sustainable Solutions Consulting

Realizzazione Software: Informatica Ambientale srl - Gestione Grafica: Ovis Nigra