News

Veri Chef di sostenibilità

Pubblicata da Opera il 01/06/2017

Molti ristoratori hanno iniziato veri percorsi di sviluppo sostenibile secondo una metodologia scientifica comprensibile che possa essere comunicata oltre il piatto ed oltre la cucina. Nasce così il movimento Care’s se ne accorge anche la scuola Alma Mater che apre il primo convegno sull'argomento a giugno, e così anche le organizzazioni non governative. Quello che è evidente è che il settore della ristorazione si pone delle domande di etica e vuole prodotti sostenibili tra cui il vino. La nuova era di chef intende svolgere un ruolo di responsabilità sociale e di condivisione di valori oltre i contest televisivi ed a braccetto con la produzione primaria.  Il moderno Chef etico condivide con il viticoltore sostenibile la stessa virtù. Ridare valore alla materia prima, riportare al centro dei racconti il contadino, le sue azioni, la sua organizzazione produttiva che prevede il rispetto delle risorse, delle persone, del benessere sociale. È chiaro che poco per volta tutta la filiera è nella stessa direzione. Dobbiamo però usare lo stesso linguaggio e serve tanta formazione e comunicazione, oggetto di questo numero della newsletter.

 

Prof. Ettore Capri
ettore.capri@unicatt.it
Direttore Centro di ricerca Opera

Realizzazione Software: Informatica Ambientale srl - Gestione Grafica: Ovis Nigra