News

Nuova Certificazione VIVA: la Cantina di Vicobarone

Pubblicata da Opera il 25/01/2017

La Cantina Vicobarone, cooperativa vitivinicola della Val Tidone, in provincia di Piacenza, ha ottenuto la certificazione VIVA, e con essa l'Etichetta VIVA che sarà posta sulle bottiglie oggetto di analisi: Gutturnio e Malvasia (vendemmia 2015).

“Da sempre siamo impegnati nella salvaguardia delle tradizioni e del territorio che per noi è fonte e ragione del nostro lavoro, VIVA ci permette di raccontare ai consumatori l’amore per la nostra terra, la cura che ad essa dedichiamo e come la rispettiamo”. E’ con queste parole che Carlo Bassanini, presidente e socio della Cantina di Vicobarone riassume i motivi per cui la Cantina ha scelto di intraprendere il percorso di certificazione VIVA; percorso che si è concluso con successo a fine 2016, per Malvasia e Gutturnio, entrambi prodotti simbolo della Cantina, ma anche del territorio piacentino stesso. 

La Cantina di Vicobarone ha riconosciuto nel progetto VIVA la risposta all'esigenza di comunicare l'impegno che quotidianamente i soci della cooperativa riservano nella lavorazione dei vigneti e delle uve, e anche la possibilità di farlo secondo un quadro metodologico e scientifico che lo comunicasse in termini consistenti, ma fruibili dal consumatore. Infatti il mercato è sempre più attento e apprezza un approccio sostenibile alle lavorazioni.

La valutazione di sostenibilità nel sistema vitivinicolo rappresenta una vera e propria opportunità per il territorio, e concretizza un percorso territoriale condiviso, finalizzato non solo alla promozione e riqualificazione del paesaggio, ma anche allo sviluppo d’insieme delle aziende territoriali, per raccontarne le virtù e la storia con uno sguardo rivolto al futuro, che ben si rispecchia, in qualità di leva di business, nell’esigenza di pensare globale e agire locale.

Complimenti!

dott.ssa Gloria Luzzani
gloria.luzzani@unicatt.it
UCSC

Realizzazione Software: Informatica Ambientale srl - Gestione Grafica: Ovis Nigra