News

Il resoconto, i desideri e le promesse

Pubblicata da Opera il 02/01/2016

foto :Archivio fotografico Cantina Monte Vibiano Vecchio

Oggi – in prossimità dell’inizio di un nuovo anno – credo sia il momento più adatto per esprimere un sentito e sincero ringraziamento a tutti coloro che hanno permesso la partenza di questo progetto con sentito credo ed in particolare il Ministero dell’ambiente, i collaboratori, le aziende pilota, i tanti che sostengono le iniziative di promozione ed implementazione. Il Progetto VIVA si afferma come progetto di punta nazionale ed internazionale con un decalogo da primo protagonista che abbiamo di recente pubblicato sul sito web:

qui il link del decalogo

Ma cosa abbiamo fatto nel 2015? E’ stato un anno importante, un anno di transizione del disciplinare dalla fase di prototipo ad una versione operativa di mercato. Operatività resa possibile attraverso la presenza continua dei funzionari del ministero, la collaborazioni delle aziende, la partecipazione proattiva di tutti i collaboratori alla ricerca. Abbiamo promosso il progetto negli appuntamenti del settore con uno stand al Vinitaly, siamo stati presenti tutto il periodo di Expo, abbiamo pubblicato articoli scientifici che rendono consistenti le nostre affermazioni. Abbiamo presentato il programma ed i suoi risultati ad eventi nazionali ed internazionali coinvolgendo imprese, associazioni di produttori, giornalisti, professionisti, consumatori, distributori. Con molti di questi gruppi d’interesse sono in essere e in corso di definizione accordi istituzionali. E cosa faremo nel 2016? A partire da gennaio abbiamo un anno pieno di sorprese e di impegni rivolti al miglioramento dell’efficienza economica, alla promozione dei risultati e degli impegni, alla implementazione per il mercato del lavoro e della distribuzione. Questo si traduce in un continuo miglioramento del sistema operativo di funzionamento del programma VIVA con la produzione di nuovo software, banche dati, formazione, divulgazione, verifica. Un capitolato di attività da realizzare nel 2016 che si realizzerà in quell’approccio “multistakeholders” parola chiave dello sviluppo sostenibile del settore.

Buone feste e felice anno nuovo a tutti voi, con grande affetto e speranza, a nome di tutto il gruppo di lavoro a cui si deve questo splendido progetto.


Prof. Ettore Capri
ettore.capri@unicatt.it
Direttore Centro di ricerca Opera

Realizzazione Software: Informatica Ambientale srl - Gestione Grafica: Ovis Nigra