News

L’Eco (del) Vino

Pubblicata da Opera il 26/11/2014

 

Fin dal titolo, il libro tutto si definisce come piacevole gioco di parole e dinamica riflessione sulle irradiazioni che una tematica – la produzione di un vino sostenibile - può diffondere attorno a sé: l’eco del vino è quanto risuona attorno al vino stesso, ai processi di produzione e diffusione di uno dei prodotti più preziosi della nostra economia. Ma l’eco-vino significa anche il vino ecologico, rispettoso dell’ambiente, del paesaggio, della cultura e del lavoro dell’uomo. Le due autrici, Chiara Corbo e Lucrezia Lamastra, realizzano con semplicità e chiarezza il felice connubio tra documentazione scientifica e riflessione filosofica, facendo del vino sostenibile la metafora di un nuovo stile di vita e di una nuova economia: la crescita di un paese non può essere valutata sulla base di criteri esclusivamente economici, ma prendendo in considerazione altri indicatori che riguardano più ampiamente la qualità dell’ambiente, delle condizioni di lavoro, della vita stessa dei cittadini, delle ripercussioni che scelte e decisioni dei singoli possono avere sul resto del mondo.
Raccontano, Corbo e Lamastra, che tre saranno i fattori che determineranno il collasso della popolazione mondiale tra il 2050 e il 2070: la diminuzione delle risorse naturali a seguito del loro eccessivo sfruttamento; l’aumento della richiesta alimentare; l’aumento della produzione industriale e dell’inquinamento ambientale. Sono fattori che ostacolano lo sviluppo sostenibile, che si rigenera e permane nel tempo. Si delinea sempre più netta all’orizzonte la necessità di adottare un nuovo modello di vita, socialmente equo, rispettoso dell’ambiente ed economicamente efficiente. Come ben evidenziato nel libro, è questo il modello offerto dall’economia green e, di questo modello, che salvaguarda il nostro futuro, si fanno promotrici proprio quelle aziende vitivinicole che valutano le ricadute che la produzione del vino può avere in diversi settori e che sanno rendere conto del loro operato al consumatore. Aziende responsabili e consumatori consapevoli di un vino le cui modalità di produzione e di diffusione sono inserite all’interno dell’ampio concetto di sviluppo sostenibile, con esso intendendo uno sviluppo duraturo, così come da rinvio al linguaggio della musica, in cui il “sostenuto”, dal termine inglese sustain, indica per l’appunto il protrarsi di un suono nel tempo.
Nel Vino Sostenibile si inscrive il valore di una pratica che non è applicazione di una norma giuridica, ma regola introiettata, comportamento che affonda le radici nel senso di responsabilità e nell’acquisizione di consapevolezza verso se stessi, l’ambiente che ci circonda e l’altro che vive, più o meno, lontano da noi.


Marianna Lambiase
Insegnante di scuola primaria statale di Roma e Dottore di Ricerca in Lettere
info@viticolturasostenibile.org

Realizzazione Software: Informatica Ambientale srl - Gestione Grafica: Ovis Nigra