News

Pubblicato sulla rivista internazionale “Sustainability” il resoconto della sostenibilità vitivinicola italiana

Pubblicata da Opera il 02/07/2014

 

 

L’intero settore vitivinicolo italiano è oggi fortemente impegnato sul fronte della sostenibilità: sono numerose, infatti, le iniziative lanciate a livello privato, associativo e istituzionale e finalizzate alla promozione di pratiche più rispettose delle risorse, del paesaggio e dell’intero territorio. Tante proposte e programmi che se un lato sono dimostrazione di una concreta volontà di miglioramento, dall’altro – nella diversità degli obiettivi e delle metodologie operative – inducono a delle criticità: in primis, la confusione generata nel consumatore e nei produttori stessi relativamente al concetto di sviluppo sostenibile.
Assieme alla dottoressa Lucrezia Lamastra, coordinate dal professor Ettore Capri dell’Istituto di Chimica Agraria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, abbiamo sviluppato un’analisi delle principali iniziative di sostenibilità in vitivinicoltura esistenti nel nostro Paese. Stabiliti i parametri in base ai quali condurre il confronto e anche grazie alla collaborazione dei referenti contattati per i vari programmi , abbiamo realizzato un’analisi che, lungi dal voler costituire un giudizio sulla qualità o efficacia dei programmi stessi, mira invece ad evidenziarne peculiarità, similarità e differenze, con il fine ultimo di sottolineare le opportunità derivanti da eventuali sinergie. Il lavoro svolto, infatti, ha dimostrato come, il più delle volte, non vi sia incompatibilità tra le diverse iniziative; al contrario, integrazioni e collaborazioni sono necessarie e auspicabili.
A titolo di esempio, un viticoltore che produce secondo i criteri del biologico potrà anche e comunque utilizzare gli strumenti di valutazione di impatto quali, ad esempio, gli indicatori impronta idrica o carbonica; quel che è più importante è la consapevolezza che soltanto il dialogo e la cooperazione tra i vari operatori e i responsabili di progetto potrà portare alla definizione di un framework comune di sostenibilità, che aggiungerà valore e credibilità al settore vitivinicolo italiano.
I dettagli dell’analisi possono leggersi nell’articolo pubblicato (leggi).


Chiara Corbo, Ph.D
chiara.corbo@unicatt.it
UCSC

Realizzazione Software: Informatica Ambientale srl - Gestione Grafica: Ovis Nigra