Indicatori

Indicatori

 

ARIA

L’indicatore ARIA esprime l’impatto che la produzione di uno specifico prodotto (CFP) e/o l’insieme delle attività aziendali (GHGI) hanno sul cambiamento climatico.

L’impronta Climatica di Prodotto (CFP): è un’analisi di ciclo vita riferita ad una bottiglia da 0,75 litri.

Il ciclo di vita della bottiglia di vino comprende quattro grandi fasi: gestione del vigneto; trasformazione dell’uva in vino e imbottigliamento; distribuzione delle bottiglie; refrigerazione e smaltimento del vetro (denominate rispettivamente vigneto, cantina, distribuzione e consumo).

Questa analisi dà la possibilità al produttore ed al consumatore di comprendere quali processi, inseriti nel ciclo vita di un prodotto, influiscono maggiormente sul cambiamento climatico, dando al produttore la possibilità di migliorarli riducendo gli impatti nel tempo.

Inventario dei gas ad effetto serra (GHGI): è un’analisi riferita all’azienda effettuata attraverso l’elaborazione di un inventario delle emissioni climalteranti. Questa analisi esprime il totale delle emissioni generate dalle attività aziendali e permette ai produttori di comprendere gli ambiti di intervento al fine di ridurre l’impatto sul clima. L’analisi riferita all’azienda non può essere comunicata sui singoli prodotti.

In conformità al Protocollo di Kyoto, i gas ad effetto serra da includere nell’analisi sono: anidride carbonica (CO2), metano (CH4), protossido d’azoto (N2O), idrofluorocarburi (HFCs), esafluoruro di zolfo (SF6) e perfluorocarburi (PFCs).

I principali standard presi come riferimento sono stati la UNI EN ISO\TS 14067 per la quantificazione della Carbon Footprint di Prodotto e la UNI EN ISO 14064-1, per la quantificazione e rimozione delle emissioni di Gas Effetto Serra di un’organizzazione.

REFERENTE:  Pieter Ravaglia

Realizzazione Software: Informatica Ambientale srl - Gestione Grafica: Ovis Nigra