FIRRIATO SRL

Risultati validati da DNV GL

L’Azienda Firriato è territorio, natura, paesaggio vitale, tutela e valorizzazione della biodiversità, un’azienda pienamente impegnata a raggiungere uno standard ambientale di prim’ordine, nel panorama delle produzioni vitivinicole d’eccellenza in Italia ma anche a livello europeo. Questo profilo aziendale così marcato dai principi etici della sostenibilità, della tutela ambientale e del vigneto biologico, è il risultato di un percorso, iniziato nei primi anni del 2000, e che ha visto, di anno in anno, nuovi sviluppi e nuovi traguardi. Oggi Firriato, in campo ambientale, svolge in Sicilia un ruolo da protagonista: nel gennaio del 2014 ha ottenuto – tra i primi in Italia – la certificazione ISO 14064 in materia di riduzione e contenimento dei Gas serra. Firriato S.r.l. è oggi un’azienda rappresentativa del settore vitivinicolo nazionale e che da sempre l’azienda impegna energie e risorse per ottenere prodotti in grado di garantire altissime prestazioni qualitative, riducendo il più possibile l’impatto ambientale. Firriato S.r.l. intende rafforzare la propria politica di sostenibilità, estendendo la valutazione delle prestazioni di sostenibilità a tutti i suoi prodotti aziendali con l’obiettivo di ridurre gli impatti sull’ambiente valorizzando al contempo gli aspetti economici e sociali legati alla propria produzione.

Clicca per vedere i risultati dei singoli indicatori

L’indicatore ARIA esprime il totale delle emissioni di gas a effetto serra generate, direttamente e indirettamente, dalle attività aziendali (Inventario di gas a effetto serra). Le emissioni totali sono suddivise in tre categorie: emissioni dirette generate da fonti di proprietà o sotto il controllo dell’azienda (Ambito 1-Emissioni dirette); emissioni indirette dovute al consumo energetico dell’azienda (Ambito 2-Emissioni indirette da consumo energetico); emissioni indirette generate da fonti non di proprietà o sotto il controllo dell’azienda che non siano dovute ai consumi energetici (Ambito 3-Altre emissioni indirette).
Il risultato è rappresentato graficamente dall’anello, in cui il totale delle emissioni è espresso in tonnellate di CO2 equivalenti (tCO2eq) e i segmenti colorati rappresentano il contributo dei diversi Ambiti.

TREND
DETTAGLIO
Ambito 1 - Emissioni dirette
Ambito 2 - Emissioni indirette da consumo energetico
Ambito 3 - Altre emissioni indirette

L’indicatore ACQUA esprime il volume di acqua dolce che un’azienda utilizza durante un anno solare, per le attività in campo e per le attività di cantina. L’acqua utilizzata nella produzione ha tre diverse origini: può essere piovana (acqua verde), essere attinta dai corpi idrici (acqua blu), o derivare da processi di rinaturalizzazione dei corpi idrici (acqua grigia). Per ciascuna di queste acque i valori espressi nel cerchio indicano in percentuale la quota sul totale del consumo idrico.

TREND
DETTAGLIO
ACQUA VERDE
ACQUA BLU
ACQUA GRIGIA

L'indicatore VIGNETO valuta le pratiche di gestione agronomica: l’uso degli agrofarmaci con le relative conseguenze su acqua, aria e suolo; la gestione del suolo che comprende la concimazione, la gestione della sostanza organica, i fenomeni di erosione e compattamento; e le altre attività aziendali che possono influenzare la biodiversità. L’indicatore esprime il valore complessivo, in una scala che va da E (massimo impatto ambientale) a A (minimo impatto).

TREND
Impatto Ambientale
B
MIN
A
B
C
D
E
MAX

L’indicatore TERRITORIO valuta le conseguenze delle attività aziendali sul territorio, inteso sia come ambiente i cui valori da difendere sono la biodiversità, la tutela e la valorizzazione del paesaggio, sia come comunità umana, sulla quale vengono verificate le conseguenze sociali ed economiche su lavoratori, comunità locale, produttori e consumatori. L’indicatore mostra se l’azienda ha soddisfatto i requisiti socio-economici definiti dal progetto.

Clicca per visualizzare l'accessi diretti ai singoli indicatori
VIVA. La Sostenibilità del Vino
Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare