Comitato Scientifico

Comitato Scientifico

Il Comitato Scientifico VIVA

Il comitato scientifico è l’organo tecnico-consultivo del programma VIVA e si avvale di funzionari di ricerca (officers) che gestiscono e attuano il programma.

Il comitato scientifico è costituito da esperti di sostenibilità, scelti sulla base dell’ eccellenza scientifica e della competenza operativa verificabile attraverso la produzione scientifica qualificata attraverso gli indicatori riconosciuti a livello internazionale (ISI). I membri non hanno carica indefinita nel tempo, ma restano in carica finché svolgono attività di ricerca funzionali al programma e partecipano in modo attivo. Questo garantisce un forte turnover, inclusività della comunità scientifica interdisciplinare, risposta ai bisogni, innovazione e rinnovamento culturale e scientifico. Non rappresenta titolo elettivo per la partecipazione al comitato scientifico VIVA la rappresentanza a società scientifiche disciplinari, corporazioni. Tutti i membri non hanno conflitti d’interesse economico personali.

Il coordinamento scientifico è realizzato attraverso centri di ricerca interdisciplinari e transdisciplinari. Dal 2012 al 2015 il coordinamento è stato realizzato dal Centro di Ricerca AGROINNOVA dell’Università degli Studi di Torino e dal Centro di Ricerca OPERA dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza; dal 2016 al 2019 il coordinamento scientifico è svolto dal Centro di Ricerca OPERA.

Le attività del Comitato Scientifico VIVA

Il Comitato Scientifico VIVA svolge le seguenti attività:

  • Realizzazione di progetti di ricerca complementari alla funzionalità del programma;

  • Organizzazione/partecipazione a programmi di formazione professionale (corsi di formazione, stage);

  • Formazione di partenariati pubblico – privato per progetti di ricerca in PSR. LIFE, Horizon2020 ed altri bandi pubblici e privati.

  • Aggiornamento dei disciplinari VIVA sulla base dello stato dell’arte della ricerca e dello sviluppo sostenibile a livello nazionale e internazionale;

  • Aggiornamento dei software VIVA;

  • Realizzazione di convegni, workshop, seminari, e-learning;

  • Networking con altri gruppi di lavoro del settore agronomico ed enologico;

  • Coinvolgimento degli stakeholder (consumatori, produttori, distributori, amministratori pubblici);

  • Realizzazione di linee guida, dei programmi di comunicazione e d’informazione.

I membri del Comitato Scientifico VIVA

Il Comitato Scientifico VIVA è costituito da coordinatori, da membri stabili e membri associati. I membri stabili restano in carica 4 anni, i membri associati in funzione delle attività svolte e dei progetti che li vedono coinvolti.

I coordinatori sono:

  • Ettore Capri, PhD -Professore ordinario di Chimica Agraria ed esperto di valutazione e gestione del rischio ambientale ed alimentare;

  • Lucrezia Lamastra, PhD-Ricercatore e docente di Chimica, esperta di indicatori di sostenibilità e di analisi di ciclo di vita delle produzioni agrarie, Università Cattolica del Sacro Cuore;

  • Fiamma Valentino, PhD-Esperto del settore della sostenibilità delle filiere agroalimentari, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare-AT Sogesid.

In che modo il Comitato Scientifico VIVA garantisce la qualità delle attività e dei risultati?

I membri del Comitato Scientifico VIVA utilizzano piattaforme comunicative e strumenti partecipativi per dialogare, discutere e decidere le attività da svolgere per la revisione periodica del programma; garantendone una modalità di gestione molto efficiente e un continuo miglioramento strutturale e funzionale.

Realizzazione Software: Informatica Ambientale srl - Gestione Grafica: Ovis Nigra